Dott.ssa Valeria Noè

Psicologa a Vigevano

Quando una persona arriva in studio porta un racconto, spesso accompagnato da un malessere che corrisponde a sintomi, a un senso di lontananza da se stessi o ancora a incompletezza e inadeguatezza.
La sofferenza riportata in colloquio non è comparabile a un guasto da riparare ma richiede invece una cura che ha a che fare con l’esperienza di chi mi trovo davanti e con i significati che vengono attribuiti ad alcuni avvenimenti.
Durante la terapia la persona, come unica esperta del proprio mondo, mi guida nella sua storia.
Le domande servono a comprendere i modi di fare esperienza che sono unici e irripetibili, non classificabili quindi in un elenco prefissato.
Non ci sono tempi prestabiliti o soluzioni generalizzabili.
Ogni volta il lavoro si adatta alla specifica persona poiché ogni volta la narrazione, la sofferenza e il senso sono differenti.
L’obiettivo sarà quello di uscire dall’immobilità causata dal malessere e dal disagio.
Nel corso della terapia sarà possibile appropriarsi di nuovi significati e percorrere traiettorie che affacciano su inedite possibilità.

«Solo se davvero erriamo – ci perdiamo, possiamo imbatterci nella “verità”» M.Heidegger

Chi Sono

Dott.ssa Valeria Noè – Psicologa Psicoterapeuta a Vigevano – Ricevo su appuntamento.

Mi sono laureata con lode in Psicologia Clinica presso l’Università di Pavia. Dal 2015 sono iscritta all’albo degli Psicologi della Lombardia con numero 03/18233.

Nel 2020 ho ottenuto la specializzazione in psicoterapia presso la Scuola Lombarda di Psicoterapia a indirizzo cognitivo neuropsicologico con la votazione di 70/70 e lode

Durante il mio percorso formativo ho avuto modo di approfondire le mie competenze nell’ambito della valutazione neuropsicologica grazie alla collaborazione con l’ Azienda Speciale Multiservizi di Vigevano.

Continua…

Aree di intervento

Incontri rivolti ad adulti e adolescenti

Incontri rivolti a coppie

Consulenza psicologica e psicoterapia online

FAQ

Clicca sulle domande per la risposta

Chi è lo psicologo?

Per diventare Psicologo in Italia è necessario laurearsi in Psicologia (Laurea Specialistica 3+2), sostenere un Esame di Stato a seguito di un tirocinio post-lauream di un anno e iscriversi all’Albo professionale di una regione o Provincia italiana.

  L’art. 1 della Legge 56/89 definisce:

“La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito.”

Chi è lo psicoterapeuta?

Lo Psicoterapeuta è un professionista laureato in Psicologia o Medicina e Chirurgia che abbia acquisito una specifica formazione teorica e pratica, almeno quadriennale, presso scuole di specializzazione universitarie o riconosciute dal MIUR secondo la normativa vigente.

Quando serve lo psicologo?

Lo psicologo è una figura in grado di intervenire non solo nei casi di patologie clinicamente significative, ma anche in tutte quelle situazioni in cui si sta attraversando un momento di difficoltà o di particolare incertezza. Il percorso psicologico permette di affrontare il proprio disagio, definendo obiettivi volti a raggiungere un cambiamento positivo.

Quanto dura un colloquio?

Ogni appuntamento ha una durata di circa 60 minuti.

Come si svolge il primo colloquio?

Nel corso del primo colloquio vengono raccolte informazioni su alcuni aspetti esistenziali della persona come il contesto familiare, lavorativo e affettivo. Successivamente verrà introdotta la situazione che crea disagio così che si possa proporre un’intervento adatto alla domanda.

Con quale frequenza si svolgono i colloqui?

Solitamente  la frequenza degli incontri è settimanale o quindicinale, a seconda del tipo di problema presentato e delle esigenze della persona stessa. La frequenza viene comunque concordata tra paziente e terapeuta.

Di quanti incontri ho bisogno?

Il numero di incontri varia in base ai singoli casi e al tipo di intervento che si ritiene necessario.

Lo psicologo può prescrivere farmaci?

NO. Lo psicologo, così come lo psicoterapeuta, non prescrive farmaci. In caso di necessità, ma sempre concordandolo con il paziente, si può avvalere della collaborazione di uno psichiatra.

Posso detrarre dalle tasse le spese sostenute?

SÌ. Le prestazioni psicologiche in ambito clinico sono prestazioni di tipo sanitario. Sonodetraibili in sede di dichiarazione dei reddditi ed esenti IVA.

Dal 2016 è lo psicologo stesso a notificare all’Agenzia delle Entrate le spese sostenute presso il suo studio dai suoi clienti/pazienti, attraverso il cosiddetto Sistema Tessera Sanitaria (TS), a meno che questi non chiedano espressamente di non inviare i dati relativi alle loro fatture perché non sono intenzionati a detrarre questa spesa.

Come sono trattati i dati personali?

Ogni dato sensibile o informazione trasmessa sarà trattata nel rispetto della privacy.

Nessuna informazione verrà trasmessa a terzi in mancanza del consenso dell’interessato.

Verrà fornita una copia per l’autorizzazione al trattamento dei dati personali e del consenso informato.

Approfondimenti

Adolescenza: conflitto e disagio

“ Crescere se è un vero miracolo, è anche un vero dolore. È cambiare, è anche perdersi”  P.C Racamier   ADOLESCENZA L’adolescenza è una fase evolutiva delicata e importante durante la quale nella persona si verificano una…

L'esperienza ossessiva

L’ossessione può essere considerata come un contenuto (un pensiero, un’immagine, una fantasia o un impulso) intrusivo, qualcosa da cui non ci si riesce a liberare, che imprigiona e condiziona il soggetto, sebbene sia considerata dallo stesso…

Libri e Psicologia

Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà I. Calvino   ADOLESCENZA E ADULTITÀ "Le fedeltà invisibili" di Delphine De Vigan "È strana, del resto, questa sensazione di quiete,…